Ceprano. Esplode l’emergenza ambientale a Ceprano, dove è vietato l’utilizzo delle acque e sono interdette le aree agricole destinate ai images (1)pascoli e alle coltivazioni. E’ quanto disposto dell’Arpa Lazio e dalla Asl di Frosinone dopo aver riscontrato valori oltre soglia dei parametri chimici di ferro, alluminio e arsenico, oltre alla presenza di valori biologici di escheria coli nelle acque di alcuni pozzi privati. Per questo il sindaco Marco Galli, avuta comunicazione dall’Arpa Lazio, nel tardo pomeriggio di lunedì, di concerto con l’assessore all’Ambiente, ha emanato un’ordinanza di divieto assoluto di utilizzo delle acque in tre pozzi privati che si trovano nella zona della Stazione e più precisamente in via Scaffa e via Campo di Cristo.