Roma. Un furgone si trova in sosta selvaggia, il vigile lo ferma e viene azzannato dal conducente. E’ accaduto ieri mattina in via Due Macelli ne centro storico di Roma, dove la vittima dell’aggressione, un vigile urbano, stava prestando servizio. A riferire la vicenda è il sindacato della polizia municipale di Roma Sulpl. Secondo quanto riferito in una nota dadownload (1)l presidente del sindacato, Stefano Gianni, il vigile ieri mattina verso le 10.40 si è avvicinato a un camioncino in sosta selvaggia tra via Due Macelli e via Capo le Case.”Il furgone ostacolava il passaggio dei veicoli- spiega Stefano Giannini- e così l’agente della polizia municipale ha chiesto al conducente di spostarsi poco più avanti e mostargli i documenti”. A quel punto, prosegue il presidente del sindacato Sulpl, “il conducente, un italiano, ha reagito aggredendo l’agente e mordendolo sulla guancia destra”. Secondo quanto riferito sul posto sarebbero intervenuti i colleghi del vigile urbano, anche loro aggrediti dal conducente del furgone.  “Altre venti persone si si sono avvicinati ai vigili insultandoli- prosegue il presidente del Sulpl- e hanno inveito sottolineando che la nuova Ztl del Tridentino starebbe creando crisi e problemi economici”. L’agente della polizia municipale è stato soccorso e trasportato all’ospedale: per lui sette giorni di prognosi.