Roma. Sono dieci i rom che sono stati fermati e portati in questura a 763056_MGTHUMB-INTERNARoma dai vigili nel corso del blitz, scattato ieri mattina, nel campo nomadi di via Candoni. Si tratta di sei uomini e quattro donne, che saranno denunciati per resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale. Il controllo nel campo era stato organizzato per rintracciare i responsabili dell’aggressione ai vigili, avvenuta quando gli agenti della polizia di Roma Capitale, tra cui anche il vice comandante Antonio Di Maggio, stavano cercando di arrestare il responsabile del furto di uno smartphone nel centro commerciale di Roma Est. “Durante il controllo nell’area vicina all’abitazione di uno degli autori del furto di un telefono al centro commerciale di Roma Est abbiamo riconosciuto le persone responsabili dell’aggressione e le abbiamo fermate – spiega il vice comandante Antonio Di Maggio – Sono state portate all’ufficio immigrazione: sono tutti rom romeni”. Nel corso del blitz sono stati controllati anche 40 veicoli: tre sono stati sequestrati perché non in regola. Sono stati sequestrati anche generi alimentari nel corso del blitz degli agenti della polizia di Roma Capitale,organizzato dopo l’aggressione del 9 gennaio scorso. Gli alimenti venivano venduti abusivamente in un container adibito a bar. Il container, dove vive una famiglia rom, è stato ampliato e allestito con un bancone e con i frigoriferi. All’interno venivano venduti panini e bevande agli altri abitanti del campo.