Roma. Era “interessato” al contenitore in legno delle angurie e lo voleva acquistare a tutti i costi, non ostante il titolare del banco frutta al Casilino,  gli avesse detto che non era in vendita. Un 51enne romano, già noto alle forze di polizia, voleva il contenitore per trasformarlo in una cuccia per il cane, ma al diniego del titolare del banco frutta lo ha aggredito. Sono intervenuti gli agenti del Comissariato Casilino che hanno trovato l’aggressore mentre cercava di nascondere, gettandoli sotto le cassette della frutta, un coltello a serramanico un piede di porco. Ricostruendo quanto accaduto grazie anche al racconto del proprietario dell’attività commerciale, un cittadino del bangladesh, i poliziotti hanno fermato e identificato l’aggressoimages (3)re. L’uomo voleva infatti acquistare dal rivenditore di frutta questo contenitore per farne la cuccia del suo cane. Al diniego da parte del cittadino straniero, il 51enne si è allontanato per tornare poco dopocon le armi utilizzate poi per l’aggressione. Accompagnato negli uffici di polizia, l’uomo è stato arrestato per il reato di rapina aggravata.